Sole 24 ORE del 23 ottobre 2014

Si conclude, così, la prima fase del progetto, coordinato da Xbrl Italia, con i più importanti interlocutori nazionali sul tema del bilancio, per definire una tassonomia completa per il bilancio d’esercizio – ossia capace di codificare oltre agli schemi quantitativi pure la nota integrativa – che entrerà in vigore dal 2015 e interesserà circa un milione di società di capitali italiane non quotate.

vai all’articolo

scarica l’articolo